Fotografare un museo “en plein air”

Sono fermamente convinto che fotografare in un museo d’arte sviluppi la creatività e affini la tecnica.
È un modo nuovo d’interagire con le opere d’arte, è divertente e ti spinge a osservare un dipinto con occhi diversi.
Sono a Caglio, un comune in provincia di Como, per fotografare una selezione a cielo aperto dei maggiori capolavori di Giovanni Segantini, affisse nei punti più suggestivi del borgo.
Le 16 opere sono collocate “en plein air” tra le vie del paese più legate al maestro.
Ecco alcune considerazioni che spero possano spingerti a visitare il “percorso Segantini” con la macchina fotografica pronta all’uso.

 

Testo e foto di Alvaro Foglieni

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.