Non ho tempo per partecipare al concorso fotografico

Quando sollecito l’invio di una foto per un nostro contest fotografico, mi sento spesso rispondere: “…sto cercando l’ispirazione giusta” o ancora “…sono in ritardo perché non ho ancora trovato la foto perfetta“.
Più volte mi sono chiesto: “dove si cerca l’ispirazione? …com’è fatta una foto perfetta? … che caratteristiche deve avere una fotografia “da concorso”?”
Capisco, uno vuole partecipare con la foto più bella.
Più bella in cosa?
Perfetta nella composizione?
Ottima nell’esposizione?
A mio modo di vedere, questi sono dei semplici fattori tecnici che hanno poco a che vedere con la “bellezza”.
Eh no“, replicano: “la perfetta combinazione di luci chiare e scure unite al rispetto di alcune regole di composizione decretano il fascino di un’immagine“.
Secondo me, classificano solo una foto esposta in modo corretto e ben composta.
Una fotografia piacevole a vedersi, ma questo non significa che l’immagine sia necessariamente bella.
Difficile dire quando una foto è bella in senso assoluto, perché il bello è soggettivo.
Certamente alcune immagini catturano l’attenzione più di altre, così come alcune fotografie trasmettono emozioni più di altre.
In ogni caso, è normale avere dubbi sulla foto da inviare.
Il mio suggerimento è: “partecipa al contest senza farti troppi pensieri”!
Lascia perdere la storia della foto perfetta, non preoccuparti se non riceverai 100 voti, divertiti a metterti in gioco.
Partecipare ad un concorso fotografico significa confrontarsi con nuove sfide che inevitabilmente aumenteranno la tua capacità fotografica.
Significa comparare la tua opera, con quelle di altri.
Vuol dire anche aver maggiore visibilità, farsi notare, ottenere una diffusione della propria fotografia.

Altri invece mi rispondono: “…vorrei, ma non ho tempo”.
La gestione del tempo dipende solo da noi, dalle scelte che facciamo, dalle priorità che ci diamo.
Ovviamente ognuno è libero di occupare il proprio tempo come meglio crede, ma anziché dire la verità preferiamo nasconderci dietro il classico “non ho tempo”, sperando che l’altro ci creda.
E’ una scusa, per evitare di fare una cosa che non vogliamo fare.
Permettetemi un suggerimento: dite semplicemente la verità.
Dite che non vi piace quello che vi è stato proposto, che avete altre priorità e che il concorso fotografico non rientra negli obiettivi che vi siete dati.
Per tutti noi, ci sono priorità e cose a cui si può rinunciare.
Mia cara persona “super impegnata”, sono convinto che la foto da inviare al concorso sia già presente nel tuo archivio fotografico.
Ci vuole solo un minimo di buona volontà e cercarla.
Se sei incerta su quale inviare, scegli quella che ti emoziona di più e mandala.
Avrai fatto una cosa positiva e ti sentirai appagata indipendentemente dal risultato che otterrai.
Concludo con una frase di Georg Lichtenberg: “Gli uomini che non hanno mai tempo, sono quelli che fanno pochissimo”.

Autore: Alvaro

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Nessun commento

  1. Vero Alvaro, a volte è più facile raccontarsi scuse che farsi coraggio e mettersi in gioco. Costa fatica uscire dalla propria zona di comfort.

  2. Dici giusto Davide, uscire dalla propria zona di comfort è difficile per tutti.
    Io per primo, se posso, tendo a rimanerci perché so di fare cose che conosco e non rischio di commettere errori.
    Chi teme di di mettersi in gioco, vive ogni minimo cambiamento come un problema, una “menata” che non gradisce affrontare.
    Con il tempo e l’esperienza ho però capito che si corre il pericolo di fare solo cose conosciute e ripetitive.
    Uscire dalla propria zona comfort può significare nuove possibilità di crescita e miglioramento.
    Modificare le proprie abitudini deve essere visto come un’opportunità, non come uno stress o un pericolo.

  3. Condivido pienamente il tuo pensiero Alvaro.
    Io mi diverto nel trovare iltempo e lo spazio per scattare una foto in qualsiasi condizione.
    Apprezzo al 100% le critiche che vengono fatte alle moe foto , solo cosi potro’ crescere giorno per giorno.
    Come si dice al contrario!!!!
    ” CHI SI LODA SI IMBRODA”!!!!
    Ben vengano sempre le critiche da chiunque puo’ far aumentare i mie skills.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.