Tutorial: “Come scegliere lo zaino fotografico”

Chi fotografa da tempo, sa quanto è importante trasportare in sicurezza l’attrezzatura fotografica.
Le situazioni da affrontare sono le più disparate: viaggi aerei, escursioni in montagna, gita in barca, lunghi trasferimenti su sentieri sconnessi, clima caldo-umido, acquazzoni, ecc.
Per non correre rischi e proteggere la tua delicata strumentazione, è indispensabile utilizzare uno zaino fotografico
Ma quale modello scegliere tra le tante versioni presenti sul mercato?
Ricercare uno zaino fotografico è molto più complicato di quanto non possa sembrare.
A seguito della mia esperienza, elenco alcune considerazioni/domande che ti aiuteranno a capire di cosa hai bisogno.
Sono semplici indicazioni, ma ti permetteranno di fare la scelta giusta e non comprare uno zaino sbagliato.

Premessa: “Non esiste la soluzione perfetta per tutte le occasioni”, per cui prima di comperare una borsa/zaino, poniti le seguenti domande:
· Cosa si vuole trasportare (2-3 corpi macchina completi di super tele o una semplice compatta?…Serve anche un laptop?)
· Per quanto tempo (Porterai lo zaino solo per avvicinarmi al capanno distante pochi metri o farai un ‘escursione di 5 ore?…ricorda, le caratteristiche fondamentali di uno zaino fotografico da trekking sono: leggerezza, comfort e comodità)
· Con quale frequenza (Lo userai tutti i giorni o solo in un week-end al mese?)
· Quante cose si vogliono trasportare (Oltre alla fotocamera e all’obiettivo, hai necessità di avere uno spazio per l’acqua e le vivande? …porti il cavalletto? …dove metterai un K-Way o una felpa?)
· Quale sicurezza devono offrire gli scompartimenti (Lo zaino deve essere imbottito a prova di caduta? …deve essere impermeabile? …se si, quale valore di IP deve assicurare?
In ogni caso una cosa è certa: il telaio dello zaino deve essere in grado di assorbire gli urti senza mettere a rischio l’incolumità del contenuto.
)
· Quanto comodo deve essere lo zaino (La borsa vuota deve pesare meno di 1 kg?…gli spalloni sono antiscivolo?
Il peso e la distribuzione dei carichi è fondamentale per chi cammina molto.
Tieni presente che lo zaino starà sulle tue spalle per la maggior parte dell’escursione.
Scegline uno adatto alla tua corporatura, che ti calzi a pennello e sia facile da togliere e mettere
)
· Quanto deve essere veloce l’accesso al suo contenuto (Hai bisogno di cinghie esterne per appenderci degli accessori fotografici? … l’apertura deve essere interna < Lato spalle>?… Deve avere delle ampie tasche esterne?)
· Dove lo comprerai (Negozi fotografici? …grandi magazzini?…on line?)
· Quanto deve essere robusto e durevole (Dove fotografi: in città o in campagna? …può essere strofinato contro rocce o rami? …può essere maltrattato?…può esserci presenza di fango?)
· Quali saranno le tue esigenze di spazio nel futuro (Acquisterai un secondo corpo macchina? …un tele più lungo?… deve avere la possibilità di aggiungere elementi come tasche, vani e accessori, tramite cerniere o cinture con velcro?)
· Dopo quanto tempo le tue esigenze diventeranno realtà (Pensi di aumentare l’attrezzatura entro 1 anno? …è un desiderio più lontano nel tempo?)
· E’ facile tenerlo pulito (Una borsa a sacco con un solo scomparto è più facile da pulire rispetto ad uno zaino multi vani.
Di contro gli zaini a scomparti offrono ordine e praticità di ricerca a ciò che serve
)
· Quanto sei forte e in forma? (Zaino grande, comodo, ordinato = peso.
Zaino piccolo, spazio minimo, poco ingombro = leggero.
Anche uno zaino di 5kg fa una notevole differenza quando si tratta di camminare per ore in montagna o sotto il sole d’agosto.
In linea di massima lo zaino pieno deve pesa il 15% del peso di chi lo porta.
Se sei sovrappeso e poco allenato, riduci al 10%
).

In base alle risposte che hai dato (es: capacità di carico, numero di scomparti, confort di marcia, resistenza dei materiali, manutenzione e gestione, costi, ecc), saprai che zaino ricercare
Tieni presente però che indipendentemente dal valore che vuoi assegnare a ciascuna di queste domande, le tue risposte cambieranno nel tempo perché muteranno le tue esigenze.

Ecco perché la maggior parte dei fotografi …”di lunga data”, hanno diversi zaini fotografici.

Io stesso, con il passare del tempo, ho cambiato 5 differenti soluzioni.

Oggi, uso solo due differenti tipi di zaini fotografici:
1) Viaggi vacanza di più giorni (anche con spostamenti in aereo) = utilizzo uno zaino grande, tutto imbottito, ricco di separé movibili che aggiusto di volta in volta.
All’esterno è corredato di tasche con cerniere e cinghie varie.
A volte aggiungo un paio di contenitori (fatti dello stesso materiale e fattura) che fisso lateralmente.
Cuscinetti imbottiti e fascia lombare morbida mi assicurano il confort della schiena.
Il solo zaino vuoto pesa 2,5kg.
2) Escursione giornaliera = utilizzo uno zaino fotografico “minimal” nel quale c’è posto solo per la fotocamera con il tele già montato (zoom 100-400mm) e poche altre cose: es: batteria di ricambio, schedi di memoria, un mini binocolo).
Questa soluzione mi permette di camminare leggero, obbligandomi a lasciare a casa alcune cose che col tempo ho capito di non utilizzare (es: flash, cavalletto, secondo corpo macchina, ecc).
Il modello scelto è dotato di cinghie di stabilità (torace e pancia) e dello schienale traspirante.
Lo zaino vuoto pesa 850gr.
Con uno zaino leggero non corro il rischio di “scoppiare” dopo poche centinaia di metri in salita.
Inoltre, con uno zaino poco capiente, riduco al minimo i rischi di danni (più attrezzatura metto dentro, più alto è il pericolo di danneggiamenti)

Conclusione
Il mio consiglio è di non badare al risparmio, ma acquistare uno zaino di marca, realizzato da aziende specializzate nella produzione di borse fotografiche.
La maggiore spesa iniziale sarà ammortizzata negli anni perché questi prodotti hanno una qualità di lavorazione e di materiali che durano nel tempo.
Ma la ragione principale del mio suggerimento è che l’attrezzatura fotografica costa molto ed è delicata, sarebbe pertanto sciocco voler risparmiare poche decine di euro proprio sullo zaino che dovrà proteggerla da urti, umidità e polvere.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

 

 

 

 

Ti è piaciuto l’articolo?
Lasciaci un tuo commento, suggerimento o parere.
Oppure, condividilo su uno dei tuoi social preferiti!
Alla prossima!

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Nessun commento

  1. Le indicazioni per un ottimo zaino sono secondo me corrette.
    Sicuramente avvallo il consiglio di acquistare uno zaino di marca,si spende un pò di più ma si fà un acquisto duraturo nel tempo.
    Per il tipo di zaino và a preferenze secondo me,io ho scelto uno zaino abbastanza grande che porti la fotocamera con il telezomm sempre montato ,più vari accessori.
    però un consiglio che condivido anche io,è il controllo del peso dello zaino in base all’uscita che uno fà,più tempo si stà fuori e più strada si deve fare e più leggero deve essere .
    Comunque comprate sempre uno zaino presso uno store specializzato,vi saprà sempre dare degli ottimi consigli per l’acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.