Tutorial: “Storytelling di caccia fotografica”

In un precedente post, ho scritto di come raccontare una storia usando solo le immagini.
In quell’occasione proponevo di raccontare un viaggio utilizzando la tecnica dello “storytelling”
Vorrei tornare sull’argomento, suggerendo altri consigli per nuovi racconti fotografici.
In questo nuovo post vorrei incoraggiarti a realizzare un racconto fotografico i cui protagonisti sono gli animali selvatici.
La natura ci offre quotidianamente potenziali “storie”.
Ovunque guardi, sta succedendo qualcosa.
A volte il racconto fotografico non è così evidente, in altri casi invece è palese.
Non c’è sempre bisogno di un evento eclatante, una storia fotografica può essere qualcosa di semplice.
Basta saper guardare il mondo naturale con gli occhi di un narratore fotografico.

Ecco i miei migliori consigli per iniziare la tua storia fotografica:

Cogli il momento
Come fotografo e amante della fauna selvatica, sono affascinato dal comportamento degli animali.

Una sequenza di immagini che mostrano un curioso atteggiamento di un uccello, può diventare una grande storia.
Il più delle volte, l’episodio dura pochi secondi, ma è una evento interessante che molte persone non avranno mai la possibilità di vedere.
In questi casi, il fattore più importante che deve avere il fotografo è la capacità di capire che la “situazione” inizia a svilupparsi.
Puoi pianificare alcuni scatti, ma spesso il momento è totalmente inaspettato che devi cogliere al volo l’opportunità che si presenta.
Quando sei in natura, sii sempre pronto ad inquadrare e immortalare l’attimo.
Fai alcuni scatti di prova per verificare se l’esposizione è a posto.
Prova a imbracciare la fotocamera e a inquadrare un oggetto nel minor tempo possibile.
La fauna selvatica è molto veloce e subito pronta a fuggire.
Ovviamente conoscere il soggetto, le sue abitudini e l’ambiente in cui vive, aiuta a scattare bei racconti fotografici.

Pianificazione
La pianificazione è una parte essenziale nella costruzione di una narrazione visiva.
Qualunque sia il tema, la pre-produzione ti aiuterà a pianificare al meglio i tuoi scatti e tornare a casa con tutte le immagini di cui avrai bisogno.

Pertanto, fai una lista delle foto essenziali per il tuo racconto.
Pensa al tipo di immagini che desideri catturare per trasmettere il tuo messaggio.
Proprio come un libro, nella tua narrativa visiva non deve mai mancare una foto che presenta il luogo, una che stabilisce il protagonista, una serie di scatti interattivi e sequenziali e l’immagine con la conclusione o colpo finale.
Con gli animali, può capitare che gli scatti non siano realizzati nell’ordine indicato sopra.
Tuttavia, tenere presente quest’ordine ti aiuterà a creare senza problemi la storia, sistemando le foto velocemente.

Le immagini “obiettivo”
Un racconto fotografico non è altro che una raccolta di più immagini singole, sistemate in sequenza.
Ogni foto, è un capitolo.
Però, non tutte le singole immagini raccontano una storia.
Di tutto il racconto, la prima e l’ultima sono le più importanti.

Queste due foto, sono chiamate ‘immagini obiettivo’, aprono e chiudono il racconto e hanno lo scopo di catturare l’attenzione di un osservatore.
Sono paragonabili ad una bella copertina di un libro o un grande incipit che sanno catturare l’attenzione del lettore e lo tengono ancorato alla storia fin dall’inizio.
Ovviamente queste immagini non devono essere solo tecnicamente perfette, dovranno essere emozionanti, proprio per creare l’impatto emotivo sullo spettatore.

Istinto & originalità
Affidati al tuo istinto quando scatti una foto, è importante!
La fotografia ha la capacità di catturare e fissare nel tempo un momento

Lasciati ispirare dalla tua ispirazione e rendi unica la tua storia.
Se noti qualcosa di strano e pensi che possa essere una buona opportunità per la tua storia, non perdere troppo tempo a valutare la situazione, piuttosto fidati del tuo istinto e scatta.
Crea storie originali!
Con l’enorme numero di immagini che vengono postate ogni giorno in Internet, non è facile creare qualcosa di unico, di nuovo.
Tuttavia è meglio sforzarsi e cercare l’originalità, piuttosto che copiare qualcosa già fatta da altri.

 

Conclusioni
Documentare un avvenimento è sicuramente un valido inizio per chi vuole creare un racconto fotografico.
Potresti riprendere la fauna presente in un luogo particolare, oppure la performance di qualche specie o ancora un particolare momento della vita di un animale selvatico.
L’importante è ricordare che ogni storia ha bisogno di un inizio, uno svolgimento e una fine.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Nessun commento

  1. E’ sempre un piacere leggerti e soffermarsi sui tuoi consigli Un saluto Filippo

    Inviato da IPad

    >

  2. Bellissimo tutorial.Tutti possiamo cimentarci in un storytelling con gli scatti da noi realizzati.
    Provarci è una bella sfida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *