Tutorial: “Come ampliare la composizione”

Nel tutorial precedente abbiamo visto alcuni errori di composizione e come risolverli.
Una delle frasi che concludevano il post, lasciava una possibilità a chi non si fosse accorto di aver commesso una svista sul campo: “… non preoccuparti se il risultato ha qualche difetto di composizione, la tua foto potrà essere migliorata con un programma di foto-ritocco“.

Oggi vorrei mostrarvi come risolvere in post-produzione il problema della mancanza di spazio davanti al soggetto.

Nell’immagine che segue, è evidente l’errore: l’uccello è troppo vicino al bordo destro del fotogramma.

Ritoccherò la foto in modo da aggiungere un po’ di spazio davanti al Nibbio bruno.

La funzione “Dimensione quadro” di Photoshop permette di aggiungere o togliere dello spazio di lavoro tutt’attorno ad una immagine esistente.
La parola “quadro” deve essere intesa come il supporto su cui è fissata l’immagine.

Procedimento:

1) Caricate la foto da elaborare e dalla “barra del menu“, cliccate: IMMAGINE >> DIMENSIONE QUADRO

2) Si apre una finestra di dialogo in cui potete immettere le dimensioni desiderate e scegliere alcuni parametri:

Dalla mia esperienza, vi suggerisco di utilizzare le seguenti impostazioni:

  • Unità di misura: centimetri
  • “Relativo”: non attivatelo
  • “Colore” di estensione quadro: primo piano

3) Nell’esempio proposto in questo tutorial, si deduce che è necessario dare più spazio davanti al Nibbio Bruno, per cui utilizzate le frecce presenti nella “finestra con la griglia” per stabilire la direzione nella quale allungare il quadro.
Il senso corretto è verso destra.

Il valore da impostare dovrà essere superiore della larghezza originale della foto.
(Nell’esempio: da 46,33 cm iniziale, l’ho portata a 60cm).
Successivamente, posizionate le frecce della casella “Ancoraggio” tutte a sinistra, ossia dove dovrà essere l’immagine esistente nel nuovo quadro.

Poi cliccate OK.

Le dimensioni del quadro vengono allungate verso destra (rettangolo bianco), mentre l’immagine è rimasta come era precedentemente.
Il quadro ora è dimensionato con la larghezza che avete impostato.

4) A questo punto bisogna riempire il quadro vuoto con gli stessi colori dell’immagine.
Quindi:

a. Con lo strumento “Selezione rettangolare“, selezionate la parte bianca del quadro da riempire.


Per un migliore risultato, create una selezione leggermente più grande dell’area da ricoprire.

b. Dalla “barra del menu” scegliete: MODIFICA >> RIEMPI


5) Si apre una finestra di dialogo e nella sezione “Contenuto“, scegliete “In base al contenuto“.

Cliccate OK.
Questo comando riempirà la selezione vuota con dei contenuti simili a quelli adiacenti, senza giunzioni visibili.

6) Dopo qualche istante apparirà la nuova immagine …con il giusto spazio davanti all’uccello.

Come potete vedere, non si nota che la foto è stata ritoccata in post-produzione.
Il colore del cielo davanti al Nibbio bruno è identico al resto della foto.
Non ci sono né giunzioni, né difetti visibili.

7) A questo punto è necessario lavorare sulla composizione dell’immagine, utilizzando la “regola dei terzi“.
Pertanto, dalla “barra degli strumenti“, scegliete lo strumento TAGLIERINA.

8) Trascinatela sull’immagine per creare l’area di ritaglio, agendo sui cursori angolari (ingrandendo e rimpicciolendo a piacere).

E’ ovvio che dovrete lasciare più spazio davanti al Nibbio bruno, rispetto che dietro.

9) Quando sarete soddisfatti del ritaglio, date l’OK.

La foto sarà rifilata nelle dimensioni che avete disposto.

10) Ecco un confronto fra prima a dopo la modifica.

Conclusione
Quando si è scattata l’immagine originale, non si è lasciato il giusto spazio davanti il soggetto.
Si è dovuto pertanto sistemare l’errore in post-produzione.
Nell’immagine ritoccata, la composizione appare molto più bilanciata.
A completare l’opera, si è riposizionato il Nibbio bruno, seguendo la regola dei terzi.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

 

Interessante l’articolo?
Di sicuro piacerà anche ai tuoi contatti.
Che ne dici di condividerlo?
Grazie!

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

6 commenti

  1. Grazie Alvaro.Mi è capitato di buttar via delle buone foto per questa ragione.Io non uso photoshop normalmente,però questa dritta penso mi servirà.

  2. Con questo tutorial si possono rivalutare scatti che pensavamo di buttare.
    Con una nuova composizione riacquistono il piacere di guardare wuwste foto.

  3. Molto,molto chiaro…..come sempre

  4. Ciao Alvaro, ti ho visto in azione “in diretta” nell’applicare questo utile strumento; ho una versione datata di PS, spero di poter utilizzare questi ottimi suggerimenti.
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *