Tutorial: “Maschera di livello – Nitidezza selettiva”

Scattando in RAW, ho sempre le necessità di effettuare una post-produzione per valorizzare le mie foto.
Parlo di ottimizzare il contrasto, migliorare la nitidezza e ritagliare l’immagine per far emergere meglio il soggetto principale.
In un tutorial pubblicato su questo blog poco tempo fa, ho presentato la funzione MASCHERA DI CONTRASTO, un efficace aiuto per ogni fotografo digitale.
A volte, questo validissimo strumento potrebbe rivelarsi non ideale, perché applica i ritocchi sull’intera immagine.
In alcune foto, è infatti preferibile correggere solo una specifica area o un singolo componente della composizione.
PhotoShop (così come altri programmi di fotoritocco), offre la possibilità di operare delle modifiche in modo selettivo.

Utilizzando lo strumento MASCHERA DI LIVELLO, è possibile ritoccare la foto in diversi modi:
– migliorare la nitidezza del solo soggetto principale (es: un uccello fra le fronde di un albero),
– schiarire/scurire un’area specifica (es: solo le ombre di paesaggio),
– aumentare il contrasto di un solo soggetto (es. far risaltare un uccello acquatico in una grigia giornata invernale) ,
– saturare un colore di un unico elemento (es: mettere in risalto solo i papaveri in un campo di grano giallo uniforme),
– sfocare solo lo sfondo (es: un uccello perfettamente a fuoco, posato davanti ad un cespuglio sfocato sullo sfondo),
– scurire una parte del soggetto (es. creare una zona buia in un primo piano con luce radente),
– eliminare alcuni difetti tipici dei sensori digitali (es: minimizzare il problema del rumore in uno sfondo scuro)
… e così via.
In questo modo, posso ottimizzare ogni singolo elemento di una fotografia, senza modificare gli altri.

Con questo post, vorrei introdurre un nuovo concetto: l’uso dei livelli.
I “livelli” di Photoshop vanno pensati come degli strati sovrapposti.
Ogni strato è un’immagine separata sulla quale andrò ad effettuare delle correzioni o modifiche ad un singolo componente, senza intaccare l’intera scena.
Posso aggiungere tutti gli strati che desidero, mascherare un solo elemento alla volta e contrastare i colori di una specifica area.
Ho anche la possibilità di fondere due foto differenti, cancellare uno strato indesiderato o renderlo semi-trasparente.
Alla fine, unendo tutti i livelli, otterrò l’immagine finale desiderata.
Per regolare/modificare il contenuto di ogni strato, si utilizza lo strumento “maschera di livello”.

Uno dei vantaggi più evidenti dall’utilizzo di questa procedura è la NITIDEZZA SELETTIVA, ossia il modificare una sola parte dell’immagine per migliorare l’intera scena.

Per spiegare meglio come funziona, utilizzerò una foto di un Airone rosso scattata in un canneto.

L’immagine evidenzia una scarsa nitidezza del soggetto principale, una mancanza di contrasto e uno sfondo decisamente invadente.
Lo strumento “maschera di contrasto” migliorerebbe la foto, ma le modifiche sarebbero estese a tutti gli elementi della scena.
Aumentando la nitidezza del canneto si creerebbe ancor più confusione perchè l’Airone rosso sparirebbe in un mare di canne perfettamente a fuoco.
Io invece voglio far emergere l’uccello da uno sfondo troppo caotico.

Lo strumento “Maschera di livello“, è la soluzione ideale per applicare la messa fuoco selettiva al solo Airone.

Di seguito troverete le istruzioni per eseguire i ritocchi.

1) Una volta caricata l’immagine in Photoshop (io utilizzo CC 2017), aprire il “pannello livelli” e duplicare la foto.

2) Delle 2 icone apparse, evidenziare “SFONDO COPIA”

3) Nella “barra dei menu“, cliccare: FILTRO >> NITIDEZZA >> MASCHERA DI CONTRASTO

4) Si apre una maschera in cui sono presenti 3 cursori:
FATTORE: portarlo a 200
RAGGIO: muovetelo fino a sistemare a vostro piacimento l’immagine che compare nella finestrella.
L’immagine aumenterà di definizione e di contrasto.
Non esagerate!
SOGLIA: portarlo da 0 a 1max.

Una volta finito, date OK.

5) Ora ritornate al “pannello dei livelli” ed evidenziate SFONDO

6) Ritornare alla “barra dei menu” e selezionare: FILTRO>>SFOCATURA>>CONTROLLO SFOCATURA

7) Nella maschera che si apre, agite a piacere sul cursore “RAGGIO” per sfocare l’immagine che appare nella finestrella.
Non esagerate!

Una volta raggiunto l’effetto desiderato, cliccate OK.
Automaticamente, tornerete alla schermata di lavoro.
Attenzione: la foto che vi appare non mostra i cambiamenti (sfocatura) che avete impostato con il cursore.

8) Riaprite i LIVELLI e evidenziare “SFONDO COPIA”

9) Andare ancora una volta alla “barra dei menu” e scegliere: LIVELLO >> MASCHERA DI LIVELLO >>NASCONDI TUTTO

10) La foto apparirà completamente sfocata.

11) Nella “barra degli strumenti“, assicuratevi che nell’icona dei due “quadratini bianco & nero“, ci sia il bianco in primo piano.

Se così non fosse, cliccate sul simbolo delle frecce a gomito che trovate di fianco.
Fatto questo, scegliete un pennello della dimensione che più vi soddisfa.

12) Passate il pennello sul soggetto principale e fatelo su tutte le parti che volete nitide.
Da sfocato, il soggetto diventerà subito contrastato e ben definito.

Fate questa operazione con calma, dovete passare il pennello in ogni parte del soggetto.
Più il lavoro sarà accurato, più la qualità del risultato finale sarà pregevole.
Se sbordate, nessun problema: andate sull’icona dei “quadratini bianco & nero” e cliccate sul simbolo delle frecce a gomito in modo che il nero sia in primo piano.
Una volta cambiata la priorità, tornate sulla foto e con il pennello ripassate le aree dove avete sbordato.
Le zone toccate dal pennello torneranno sfocate.

13) Il risultato sarà un soggetto bello nitido che si stacca da uno sfondo più sfocato.

14) Ecco le due foto a confronto, prima e dopo l’utilizzo della maschera di livello a nitidezza selettiva.

Come spesso avviene con Photoshop, queste i suggerimenti potrebbero non essere facili da mettere in pratica.
Allenatevi e ripetete i passaggi finchè non avrete dimestichezza con la funzione “Maschera di livello“.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

 

Nota dell’autore
Le maschere di livello sono sicuramente una delle funzioni più interessanti di Photoshop.
Dettagliare le procedure di funzionamento, spiegare i pro e contro, illustrare le differenti maschere di livello con un unico tutorial non è possibile.
Gli argomenti sono tanti e richiedono la vostra concentrazione e un po’ di tempo per esercitarsi.
Per risolvere il problema, ho pensato di realizzare piccoli tutorial specifici.
Se sei appassionato di fotografia e vuoi approfondire l’uso di Photoshop, seguici su questo blog o sulla nostra pagina Facebook.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

8 commenti

  1. Grazie Alvaro,le tue spiegazioni sono estremamente chiare. Con stima Gianmaria

    1. Grazie Gianmaria, sei molto gentile.
      Il tuo commento è un gradito riconoscimento delle molte ore spese davanti al PC cercando di divulgare con passione l’hobby delle fotografia naturalistica.

  2. Bellissimo ed esaustivo tutorial per eseguire una post produzione dei nostri scatti in maniera perfetta.
    Tutti i passaggi sono spiegati veramente bene con gli esempi come test.
    Complimenti grande tutorial

  3. Grazie Alvaro
    Tutorial utile comprensibile e che ti stimola a provare
    E grazie anche di condividere con noi le tue conoscenze
    Un saluto Ugo

    1. Grazie Ugo, molto gentile.
      Il tuo riconosimento è uno stimolo a fare sempre meglio.
      Ciao
      Alvaro

    1. Grazie Silvana, spero di continuare a fornire nuovi spunti per migliorare le proprie foto.

  4. Tutorial estremamente valido e chiaro.
    Grazie Alvaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.