Caccia fotografica in Extremadura – Diario di viaggio fotografico di Claudia & Alvaro – Ambiente urbano

In Estremadura ci sono pochissime aree urbane dalle dimensioni significative, anzi è normale percorrere chilometri e chilometri senza vedere un paese.

A parte Caceres, tutte le altre città dell’Estremadura sono mediamente piccole, poco frequentate e ricche di antichi edifici.

Questa è la ragione principale del perché sono luoghi eccellenti per la fotografia degli uccelli.

Alcune località sono dei veri e propri villaggi con un centinaio di case, per cui il disturbo antropico agli animali è nullo.

Negli edifici storici di questi paesi (castelli, chiese, mura perimetrali, palazzi), gli uccelli trovano con facilità i luoghi adatti alla nidificazione.

L’Estremadura è una delle poche regioni europee che ha realizzato delle “aree di protezione” all’interno dei nuclei urbani.

Attualmente ci sono 17 città e paesi “protetti”, proprio grazie alla presenza di uccelli particolari.

La prima cosa che incontreremo in un ambiente urbano saranno le cicogne bianche con voluminosi nidi sui tanti campanili delle chiese e sulle antiche torri.
Nella sola provincia di Caceres è possibile trovare il maggior numero di nidi di Cicogna bianca, si stima infatti che ci siano oltre 7000 copie.

Ecco dove fotografare la Cicogna bianca a Caceres città:

  • Plaza e Iglesia de Santiago de los Caballeros
  • Torre de Bujaco nella Plaza Mayor
  • Plaza e Iglesia de San Juan
  • Convinto de San Francisco, su cui troverete la maggiore colonia della città

Un altro uccello visibile in città è il Falco Grillaio, un piccolo rapace diurno simile al Gheppio.

A differenza del Gheppio è solito vivere in comunità, per cui ecco alcune indicazioni per andare a fotografare le colonie di Falco Grillaio che nidificano in città:

  • antichi edifici
    (Casatejada – Chiesa di San Pedro Advincula: 39°53’12.0″N 5°41’03.3″W  ;  39.886664, -5.684249 ,
    Cáceres – Nidi su 100 differenti palazzi storici e chiese in città,
    Albuquerque con le maggiori colonie su due chiese: Iglesia parroquial de San Mateo e la Iglesia de San Francisco)
  • luoghi molto popolari
    (Trujillo – Arena delle corride – Località Plaza de Toros: 39°27’25.6″N 5°52’22.5″W;  39.457120, -5.872910)

Queste località  sono diventate una vera e propria attrazione per i fotografi naturalistici.

Fra le tante, vogliamo segnalarvi dove fotografare il “grillaio“, con facilità e senza problemi di strade strette e buie o parcheggio: il campanile della chiesa di San Juan Bautista a Saucedilla (Coordinate GPS: 39°51’05.5″N 5°40’29.9″W;   39.851540, -5.674986).

ATTREZZATURA FOTOGRAFICA
È necessario fotografare con ottiche non inferiore al 300mm.
Uno zoom (100-400mm) è l’ideale per gli uccelli posati sui torrioni o sui campanili.
Per panorami e foto cartolina, è necessario il grandangolo.

Il solo centro abitato situato all’interno dell’area protetta Parco Nazionale di Monfragüe è San Carlos di Villareal, un minuscolo villaggio, dove troverete la sede del Parco, un bar-ristorante, un microscopico museo ed una zona pic-nic in cui hanno ricostruito un “chozo” una tipica capanna circolare in uso fino fino a pochi decenni fa e rimasta immutata dal neolitico.

In questo agglomerato di poche case, non c’è nulla di particolare da fotografare.
Unico scopo della visita è andare alla sede del Parco per richiedere le cartine e altra documentazione utile (nulla in Italiano).

Sensazioni personali
Molte città dell’Estremadura conservano intatto il loro patrimonio storico-culturale e le loro tradizioni.
Ma è il rapporto con la natura, l’aspetto che più ci ha colpiti.
Non siamo abituati a una presenza così massiccia di animali in città e ci siamo subito innamorati di questo legame privilegiato che hanno gli abitanti di Caceres, Trujillo, Torrejon el Rubio.
E’ questo il ricordo che resterà vivo in noi: il contatto diretto dell’uomo con la natura nella sua forma più pura.

Foto e testo di Claudia & Alvaro Foglieni

Altre informazioni che potrebbero interessarti:

Photo Gallery

 

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Nessun commento

  1. Trovo molto interessante l’esposizione delle località dal punto prettamente fotonaturalistico, di norma la descrizione di questo territorio è dedicata alla sola osservazione ornitologica che ovviamente non contempla le esigenze di chi vuole immortalare ciò che ha visto.
    Complimenti!

  2. Grazie Danilo, per i complimenti.

    Devo confessare che sono felice di averti ritrovato fra coloro che seguono il Gruppo fotografico.
    Tempo fa mi mostrasti le tue foto e capii subito che eri un bravo fotografo, pertanto mi auguro che un giorno vorrai far vedere le tue immagini di natura anche agli altri amici di Pixel.
    Spero che per te non sia un problema venire un venerdì sera ai nostri incontri, abiti pure vicino alla nostra sede!
    Ti aspetto alla riapertura.

    Ciao
    Alvaro

  3. Un’altra grandiosa chicca.
    Con delle spiegazioni cosi precise e dettagliate, viene voglia di partire subito per l’Exttemadura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *