Fotogrammi di natura: MIGLIARINO DI PALUDE

“FOTOGRAMMI DI NATURA”, mini guida settimanale realizzata con lo scopo di suggerire a chi muove i primi passi nel mondo della fotografia naturalistica, quali soggetti può fotografare in ogni periodo dell’anno e dove li può osservare con più facilità.
fotogrammi-di-natura-titolo
In inverno, il Migliarino di palude, è una delle specie più comuni di passeriformi che popolano i canneti e le zone umide italiane.
alvaro-migliarino-di-palude-0-settimana-1

Nella stagione fredda, lo si trova in piccoli gruppi formati da pochi individui, spesso mischiati con fringuelli e cardellini
alvaro-migliarino-di-palude-2-settimana-1
E’ un granivoro, lo dimostra il caratteristico grande becco a forma conica di colore bruno.

E’ abbastanza facile fotografarlo in inverno tra i canneti, lungo le sponde di uno stagno o in campagna mentre cerca cibo in ambienti incolti e fra le stoppie delle risaie.

Però, l’habitat ideale del Migliarino di palude è il canneto e l’acquitrino, è facile vederlo al tramonto ritirarsi nei canneti per trascorrere la notte.

Il dimorfismo sessuale è molto marcato in periodo riproduttivo e poco apprezzabile in inverno.

In estate, il maschio ha la testa completamente nera con “baffi” e collare bianco.

Ha un volo irregolare, zigzagante con impulsi in alto e in avanti.

E’ un uccello abbastanza confidente e facile da fotografare.

MIGLIARINO DI PALUDE - Reed Bunting - Emberiza schoeniclus - Luogo: Oasi dell'Alberone - (BG) - Autore: Alvaro

In questo mese è facile fotografare il Migliarino di palude nel canneto delle vasche di fitodepurazione dell’Arnetta (MI), fra le canne palustri dei laghetti prealpini (Oggiono, Pusiano), all’oasi dell’Alberone (BG)

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Nessun commento

  1. Uccellino molto facile da fotografare ma e’ anche facile sbagliare l’identificazione con altri poccoli passeriformi.
    In questo caso e’ utile una guida o l’utilizzo di internet e di siti specifici, per esempio:
    http://www.galassianatura.it

  2. Grazie Marco per aver citato il mio sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *