Le più belle oasi naturalistiche consigliate da nostri fotografi – “Casalbeltrame” (NO)

Mini guida alle oasi migliori nel Nord Italia, dove puoi osservare molti uccelli, fare birdwatching e scattare ottime immagini.
Un utile strumento per sapere dove andare, quando andare e quali uccelli puoi trovare.

le-piu-belle-oasi-naturalistiche

La Riserva Naturale della Palude di Casalbeltrame è una vera oasi di verde circondata dalle risaie.
Nel 2009 una votazione on line organizzata da EBN Italia, l’ha eletta “miglior oasi per il birdwatching”.
La riserva si trova nei pressi di tre comuni della provincia di Novara: Biandrate, Casalino e Casalbeltrame da cui prende il nome.

L’ambiente è vario e articolato, vecchi alberi ad alto fusto si alternano a spazi erbosi e all’acquitrino.

alvaro-casalbeltrame-11
La palude vera e propria è formata due specchi d’acqua collegati fra di loro: uno grande sul quale si affaccia l’osservatorio e uno più piccolo e meno profondo, alle spalle del fabbricato.
Un fitto bosco igrofilo caratterizzato da olmo, pioppo e salice circonda a sua volta la zona umida.
L’intera riserva è poi circoscritta da una recinzione e da canali dove prospera il canneto (tifa) e la cannuccia di palude.marco-casalbelbeltrame-3
Superato il cancello d’ingresso, c’è il piccolo parcheggio.
Non è custodito, ma non ho mai sentito di furti o danni alle auto in sosta.
A pochi metri dal parcheggio, gli amanti della macrofotografia, troveranno un piccolissimo stagno circondato da una staccionata, dedicato agli anfibi ed alle libellule.
La costruzione a sinistra dell’ingresso è la sede delle GEV, che nei giorni di apertura effettuano la vigilanza.
In questo fabbricato è presente anche la toilette.
Da questo punto partono i 3 percorsi principali che permettono di arrivare alle aree di maggior interesse:

  • il sentiero di sinistra e quello centrale portano all’osservatorio.
  • Il sentiero di destra, conduce al tunnel di osservazione.

Arrivati all’osservatorio vedrete una costruzione in mattoni, posta al centro dell’oasi in modo da offrire al visitatore la veduta sull’intera palude.
Il capanno d’osservazione è in posizione rialzata rispetto alla palude ed è formato da un unico grande locale con finestre basculanti.
Sinceramente parlando questa postazione è più adatta all’osservazione dell’avifauna che alla fotografia.
Il punto di ripresa è piuttosto elevato rispetto al piano dell’acqua e una volta aperta la finestra, gli animali vedono le persone e si allontanano.
alvaro-casalbeltrame-7
Anche la posizione rispetto al Sole non è ideale: da mezzogiorno fino a pomeriggio inoltrato si fotografa costantemente contro Sole.
Lo marco-casalbeltrame-1specchio d’acqua più grande, presenta una piccola isola alberata al centro.
È il rifugio ideale per molti uccelli (anatre, ardeidi, cormorani) che di giorno trovano riposo a terra o sui rami degli alberi.
Al tramonto, diventa un grande dormitorio notturno per gli Ibis sacri, Cormorani ed Aironi.
L’edificio in realtà è a due piani, ma a seguito di errori nella progettazione, il piano interrato è inagibile a causa di infiltrazioni d’acqua.
Un vero peccato perché i finestroni presenti avrebbero consentito la fotografia degli uccelli a livello d’acqua.

 

Se invece, dal parcheggio si cammina lungo il sentiero di destra, si arriva al tunnel di osservazione.
L’idea era vincente: una struttura schermata su tre lati, che costeggiava la palude grande, con feritoie nei punti migliori per fotografare gli uccelli.
alvaro-casalbeltrame-8
Il progetto prevedeva un tunnel lungo oltre 100 mt, collocato sulla riva dello specchio d’acqua, posizionato con il Sole sul lato destro o dietro le spalle dei fotografi.
Una delle migliori soluzioni che avessi visto.
Purtroppo, la totale mancanza di manutenzione sommata al vandalismo ed al naturale deperimento dei materiali utilizzati l’ha reso totalmente inagibile.
Oggi rimangono solo le travi in legno che formavano della struttura portante, i resti di stuoie in cannuccia e brindelli della schermatura verde.
Suggerisco comunque di visitare la struttura, perché alcune feritoie sono ancora agibili e permettono buone foto.

L’Oasi di Casalbeltrame offre buone possibilità di fotografare moltissime specie di uccelli, parliamo di oltre 200 specie durante i vari periodi dell’anno.
alvaro-casalbeltrame-9
Sono presenti tutti gli Ardeidi osservabili in Italia, moltissime anatre, Martin pescatore, Picchio verde, Picchio rosso maggiore, Ghiandaia, un roost di Gufo comune, Porciglione, Svasso maggiore, Tuffetto, Limicoli vari.
In funzione della stagione, ci saranno differenti opportunità per scattare foto, così come durante le diverse ore della giornata.
alvaro-cormorano-10
Indipendentemente dal periodo dell’anno, suggerisco di restare in riserva fino al crepuscolo, quando arrivano gli stormi di Ibis Sacri, Aironi e Cormorani.
Uno spettacolo davvero facile da fotografare.

L’attrezzatura ideale è un teleobiettivo con lunghezza focale minia di 400mm, cavalletto e seggiolino.

Grazie alla sua posizione previlegiata tra il Ticino ed il Sesia, è uno stop over molto importante per moltissimi passeriformi che durante le migrazioni trovano nella riserva un luogo sicuro per la sosta e l’alimentazione.
marco-casalbeltrame-5
Giusto per citarne alcuni: Pettirosso, Luì piccolo, Fringuello, Migliarino di palude, Cinciallegra, Cinciarella, Merlo, Tordo bottaccio, Capinera, Balia nera ecc

Essendo l’unica isola di terra con bosco in mezzo alla pianura allagata delle risaie novaresi, Casalbeltrame è da diversi anni una conosciuta ed attiva Stazione di inanellamento a scopo scientifico.

La costante attività di cattura dei volatili ha permesso di identificare ed inanellare un numero sorprendente di specie, che aumentano in misura sensibile nei mesi delle migrazioni.
marco-casalbeltrame-6
L’Oasi è aperta al pubblico e l’entrata è gratuita.

VALUTAZIONE GENERALE: 8

LUOGO: Casalbeltrame(No)

COORDINATE GPS (Ingresso Parco): 45° 25’ 32.9” N   –   8° 30’ 26.6” E

Autori: Alvaro & Marco

 

Spero che l’articolo ti sia piaciuto e ti abbia dato qualche stimolo per visitare l’oasi.

Lasciaci un commento e condividi il post coi tuoi followers.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Nessun commento

  1. Bellissima oasi ,dove ho vissito la bellissima esperienza dell’inanellamento.
    Affascinante vedere questi esperti volontari ,quando rimuovono gli uccelli catturati nelle reti con accuratezza e poi controllono tutte le specifiche dell’animale.

  2. Mi è nata la voglia di andare a vedere quest’oasi che non è nemmeno molto lontana da Milano…

  3. Bella idea Davide, ti consiglio di visitarla dalla fine di marzo in poi, quando le risaie sono allagate.
    In questo caso, Casalbeltame ti sembrerà un’isola con tutto il mare intorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.