Le più belle oasi naturalistiche consigliate da nostri fotografi – “Vasche dell’Arnetta” (MI)

Mini guida alle oasi migliori nel Nord Italia, dove puoi osservare molti uccelli, fare birdwatching e scattare ottime immagini.
Un utile strumento per sapere dove andare, quando andare e quali uccelli puoi trovare.

le-piu-belle-oasi-naturalistiche

Le Vasche di fitodepurazione dell’Arnetta situate nel comune di Castano Primo, sono conosciute da molti birdwatcher e fotografi naturalisti per la presenza di avifauna durante tutto l’anno.
alvaro-arnetta-3
Visitando la zona umida è possibile fotografare differenti specie di uccelli, come: Cigno reali, Folaga, Moretta tabaccata, Germano reale, Tuffetto, Gallinelle d’acqua e nelle specifiche stagioni di riproduzioni o invernali, Cavaliere d’Italia, Airone rosso, Pendolino, Tarabusino, Cannareccione, Porciglione e molti altri.
alvaro-arnetta-1
L’area si presenta come una serie di laghetti piuttosto estesi, ma non essendoci ne capanni d’osservazione, ne protezioni, è necessario  avvicinarsi alle vasche con circospezione per non far involare gli uccelli.

Il più delle volte gli uccelli presenti, estremamente diffidenti, tendono ad allontanrsi dalla riva, complicando la vita al fotonaturalista.
alvaro-arnetta-4
Per fotografare i passeriformi nel canneto, si suggerisce una focale di almeno 300mm, mentre per gli uccelli più distanti è necessario un 400mm con moltiplicatore di focale o meglio ancora un 500mm.

Le vasche sono usate per la fitodepurazione del torrente Arno (conosciuto come Arnetta), ossia la depurazione dei liquami secondo un processo naturale.

Questo significa che nella stagione calda in assenza di vento, il cattivo odore diventa fastidioso, ma questo non sembra infastidire gli uccelli, che nidificano nella vasta fascia di canneto.

All’entrata delle vasche, segnalata da una sbarra che ne vieta l’accesso alle auto, c’è un piccolo parcheggio, purtroppo non custodino.

Si consiglia pertanto di non lasciare nessun oggetto di valore in auto.
alvaro-arnetta-2
Dalla parte opposta del parcheggio, aldi la della strada,  percorrendo un sentiero di circa 200metri si arriva ad altri laghi.

Sono le vasche di laminazione e spagliamento controllato delle acque dell’Arnetta.

Sono state costuite per evitare che le acque inquinate del torrente straripassero nei campi coltivati, creando gravi problemi ambientali.

Questi laghi sono grandi e profondi e l’avifauna presente è rappresentata principalmente da anatre.

Molto più interessante il sentiero d’accesso, perché si snoda nel bosco.

VALUTAZIONE GENERALE: 6/7

LUOGO: Località Sant’Antonio Ticino, nel comune di Castano Primo (Va)

COORDINATE GPS (Parcheggio): 45° 34’ 08.8” N   –   8° 44’ 44.6” E

 Autore: Marco

 

Hai domande, dubbi o vuoi semplicemente segnalare un’oasi che conosci?

Lasciaci un commento!

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

4 commenti

  1. Andate a visitare l’Arnetta e’ vicino a casa e sempre si riesce a fotografare qualche cosa.
    Io prefeeisco d’inverno per avvertire meno la puzza ,che in estate in alcune giornate e’ molto forte.
    Comunque merita una visita

  2. Concordo. Questa è una eccellenza di questa parte del Parco del Ticino che infatti l’ha proposta come S.I.C. (sito di interesse comunitario). La cosa interessante è che il popolamento di uccelli è avvenuto in maniera quasi imprevista, con sempre nuove specie in arrivo.

    Buona caccia (fotografica, ovviamente!)

  3. Ho visitato questi pseudo laghetti e devo dire che la natura si adegua a tutto ….sono solo dei scolmatori di acqua putrida e puzzolente dove la natura tenta di nascondere

    1. Author

      Si è vero, a prima vista il posto non affascina il visitatore.
      Ci sono giorni (in particolare in estate) in cui l’odore di “marcio” sovrasta ogni cosa e rende impossibile la visita ai deboli di stomaco.
      Eppure, in questo posto invivibile pullula la vita selvatica.
      E’ una località molto conosciuta dai birdwatchers lombardi e un’ottima palestra per i foto-naturalisti.
      Pur non essendo facile avvicinarsi agli uccelli (sei perennemente in vista e le possibilità di nascondersi alla vista dei selvatici sono minime), ti assicuro che l’Arnetta offre sempre interessanti opportunità.

      Conosci qualche altra località messa meglio?

      Ciao
      Alvaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.