La “Piccola Loira”

Lontano dai percorsi turistici, c’è un grazioso angolo d’Italia, ancora poco frequentato.
Una zona ricca di storia e fascino, dove non sono rari gli incontri con animali selvatici (ottima per la caccia fotografica primaverile).
È la Lomellina, un territorio famoso per la sua produzione di riso, una tradizione che qui ha inizio nel 1500.
Localizzata poco distante da Milano e Pavia, rappresenta un mondo rurale costellato di piccole città e villaggi, una terra dalla forte identità, ricca di testimonianze del passato.
Ancora oggi si possono ammirare molti castelli che nel medioevo i signori di Milano, prima i Visconti e successivamente gli Sforza, costruirono per scopi bellici o ludici.
Sto percorrendo un itinerario che intende mostrare la storia del territorio e le più importanti e vistose fortezze, soggetti per scatti potenti e coinvolgenti.
In pochi chilometri è possibile fotografare una ventina di castelli, testimonianze di una terra con un passato di grande importanza.
Queste fortezze hanno fatto battezzare la Lomellina come la “Piccola Loira” e ti assicuro che non ha niente da invidiare alla località francese.
“Non solo uccelli e farfalle immortala un fotografo della natura!”
L’articolo vuole approfondire le tecniche di fotografia urbana e nello specifico prenderà in esame le nozioni base per la foto di architettura.
Tecniche e regole di composizione, le differenti inquadrature di un castello, come risolvere le geometrie, le linee candenti e i settaggi della fotocamera.
Di seguito troverai semplici consigli per fotografare i castelli in modo da poter subito scattare foto migliori.
In ogni caso, fra un castello e l’altro, ho avuto modo di scattare anche foto a tema naturalistico.

Conclusione
Se ami la natura programma un viaggio fotografico in Lomellina in marzo-aprile.
In questi mesi le risaie sono allagate e la migrazione dei Limicoli è in pieno svolgimento.
Se ti piace fotografare il paesaggio urbano, ottobre è il mese ideale.
In questo periodo dell’anno la temperatura è perfetta per camminare all’aperto e le prime nebbie conferiscono alle risaie ed ai castelli un aspetto ancor più suggestivo.
Vale sicuramente la pena farci un viaggio per catturare con le immagini l’atmosfera speciale che la Lomellina sa regalare.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *