La legge di Murphy in fotografia

B U O N   N A T A L E!!!

Oggi è un giorno di festa e di allegria, quindi …facciamoci due risate!
So che conosci la legge di Murphy, quell’elenco di frasi umoristiche che mettono in evidenza ogni negatività che la quotidianità propone.
Sono situazioni ironiche che tutti noi abbiamo provato o vissuto in prima persona.
Nella sua forma più semplice, la legge di Murphy afferma: “…se qualcosa può andare storto, lo farà”.
Come per altre teorie, la legge può essere estesa per coprire differenti aree specialistiche, nel nostro caso la fotografia.

Ecco alcune buffe circostanze che son certo riconoscerai come esperienze provate sulla tua pelle mentre fotografavi (*):

    • Se porti la macchina fotografica con te, non ci sarà nulla da fotografare.
    • Quanto non hai con te la fotocamera, ogni cosa apparirà come un soggetto interessante da fotografare.
    • L’obiettivo montato sulla tua fotocamera è sempre quello sbagliato per la scena che hai davanti.
    • Il nuovo super teleobiettivo sarà comunque corto per la caccia fotografica.
    • L’amico esperto dice che “…la fotocamera che hai comperato dopo sacrifici e risparmi, è un modello inferiore a quello che avresti dovuto acquistare”.
    • Le migliori offerte iniziano il giorno dopo aver confermato l’ordine.
    • Una fotocamera nuova e pulita attira più polvere di una sporca e usata.
    • La riduzione del rumore su lunghe esposizioni sembra richiedere più tempo dell’esposizione effettiva.
    • Le capacità ISO elevate della tua nuova fotocamera sembrano sempre troppo rumorose.
    • L’obiettivo che cade, è sempre il più costoso.
    • Le batterie durano solo finché non ne hai bisogno.
    • L’unico oggetto che devi assolutamente avere, è l’unica cosa che ti sei dimenticato di portare.
    • E’ inutile, non farai mai cadere il tuo obiettivo più costoso su una superficie morbida e pulita.
    • Le batterie a lunga durata ridono di te quando si scaricano.
    • L’unica volta che lasci la fotocamera a casa sarà sicuramente quella che perdi lo scatto di una vita.
    • Portando la fotocamera con te, sarai sicuro che non vedrai niente e non accadrà nulla di significativo.
    • L’obiettivo portato non sarà mai quello di cui hai bisogno per lo scatto.
    • Hai davvero bisogno di un treppiede solo quando non ne hai uno con te.
    • Non può essere altrimenti: o è pronto l’animale che stai fotografando o lo sei tu.
    • Hai passato settimane, mesi, anni cercando la tua inquadratura migliore e il ragazzo che ti ha appena battuto in un concorso fotografico l’ha fatto in tre secondi con il suo smartphone.
    • Se le riprese di prova vanno alla perfezione, le sezioni sul campo saranno un disastro.
    • Maggiore è la tua eccitazione per uno scatto, maggiori sono le possibilità che qualcosa vada storto.
    • Su qualsiasi mezzo di trasporto ti trovi, la scena più sbalorditiva a cui tu abbia mai assistito nella tua vita sarà dall’altra parte.

    • Il successo avviene in silenzio quando nessuno sta guardando, il fallimento si farà sentire da tutti.
    • La luce naturale è sempre scarsa quando fai macro o caccia fotografica.
    • Migliore è il soggetto, più scarsa è la luce.
    • Le condizioni di luce ideali durano solo finché non imposti la tua fotocamera.
    • Il meteo perfetto tornerà non appena finirai di riporre la tua strumentazione nello zaino fotografico.
    • Quella posa perfetta dell’uccello è sempre la più sfocata dell’intera serie.
    • Il successo di una proiezione è inversamente proporzionale alla sua importanza.
    • Il successo di una proiezione pubblica è inversamente proporzionale al numero di persone presenti.
    • Se funziona a casa, non funzionerà sul posto.
    • I dettagli su dove trovare l’uccello o la zona migliore, ti vengono forniti dopo che ci sei stato.
    • Le cose importanti sono sempre semplici e le cose semplici sono sempre difficili.
    • Le fotocamere degli altri producono sempre meno rumore della tua.
    • C’è sempre un modo e di solito non funziona.
    • Il tuo zaino fotografico è sempre troppo piccolo…o troppo grande.
    • Il libro di fotografia più dettagliato e ricco di informazioni è il manuale dell’utente ed è anche il meno letto.
    • Se è stupido ma funziona, non è stupido.
    • Il meteo non collabora mai con il fotografo.
    • Le fotocamere dei concorrenti hanno sempre una funzione che ti interessa molto.
    • Per ogni azione c’è una critica uguale e contraria.
    • Il principiante o il fotografo meno esperto di solito vince il Pulitzer.
    • Il flash smetterà di funzionare non appena ne avrai bisogno.
    • Il momento decisivo di una azione avverrà sempre quando il flash si sta caricando.
    • Dopo aver acquistato la fotocamera uscirà sempre una promozione o un modello successivo.
    • Una fotocamera pulita (e asciutta) è una calamita per polvere, fango e umidità.
    • L’esperienza fotografica è qualcosa che non ottieni mai fino a quando non ne hai bisogno.
    • Quando si fa cadere un copri obiettivo, la parte interna finisce sempre a faccia in giù nel fango.
    • I moschini vogliono sempre atterrare sullo specchio della fotocamera durante un cambio dell’obiettivo.
    • Gli obiettivi che cadono sono attratti dalle rocce.
    • Più costoso è l’obiettivo, maggiore è l’attrazione.
    • Il peso dell’attrezzatura fotografica è direttamente proporzionale alla strada che devi fare a piedi.
    • Negli scatti migliori, i soggetti avranno sempre gli occhi semichiusi.
    • Le migliori viste panoramiche sono chiaramente indicate dai cartelli stradali con la scritta “Vietato fermarsi”.
    • Una serata passata a visualizzare le fotografie di viaggio a casa dell’amico, cura l’insonnia.
    • Le macchie di polvere sono attratte dalle aree del cielo.
    • Le farfalle restano immobili fino a quando non pensi di fotografarle.
    • Quando l’uomo crea un obiettivo più nitido e di alta definizione, la natura creerà un oggetto più sfocato.
    • Se vedi una grande opportunità per una foto sarai senza la fotocamera. Quando tornerai, non sembrerà per niente come la ricordavi.
    • Non sei Ansel Adams anche se fotografi in bianco & nero.

Conclusioni
Se ti senti stressato quando si verificano eventi che non ti aspettavi,  pensa alla legge di Murphy e fatti una risata.
Quando ti stai recando in quell’oasi e sei in fila in autostrada, aspettati che le altre corsie si muovano più velocemente della tua.
Puoi cambiare carreggiata, ma aspettati sempre che diventi la più lenta.
Se la tua fotocamera ti ha fatto penare durante l’ultima uscita e la porti all’assistenza, aspettati che funzioni perfettamente quando il tecnico la proverà.
Non ci puoi far niente, “…se qualcosa può andare storto, lo farà”!

Mi dici quale “legge” ti è piaciuta di più?


*
Liberamente tratto da: La legge di Murphy di Arthur Bloch

Testo di Alvaro Foglieni
Foto di Claudia Foglieni

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *