Pillole di fotografia – Parte 4

Ultimo appuntamento con le “Pillole di fotografia”.

La fotografia può essere difficile da imparare, ma quando conosci come semplificare gli scatti e le inquadrature, diventerà più facile da capire e ti consentirà di concentrarti maggiormente sulla semplice acquisizione di immagini eccezionali.
Inizia ad assimilare e a mettere in pratica questi semplici suggerimenti e vedrai un grande miglioramento nelle tue immagini.

La prima parte di questo post a trovi qui
La seconda parte di questo post a trovi qui
La terza parte di questo post a trovi qui

– Fotocamera sempre con te
Reflex, compatta, smartphone non ha molta importanza, usa quello che vuoi per fotografare.
L’importate che tu abbia sempre con te uno strumento fotografico per catturare quei momenti spontanei e unici della vita che altrimenti andrebbero persi.

– Meno è meglio!
Troppi elementi nel fotogramma fanno confusione.
Non inserire troppi elementi nell’immagine o finirà per sembrare disordinata.
Includi solo uno o due punti di interesse, l’osservatore non sarà confuso e capirà subito cosa guardare.

– Fotografa da diverse angolazioni e non sempre stando in piedi.
Le immagini sono più coinvolgenti quando ci si inginocchia o ci si sdraia.
Cambiando la tua prospettiva, può cambiare il linguaggio visivo e il messaggio dell’immagine.
– Cura lo sfondo come fosse il protagonista dello scatto
In un fotogramma, non c’è solo il soggetto principale, lo sfondo può creare o distruggere una fotografia.

– Non “sparare a raffica” ovunque vai, ma scegli con cura cosa fotografare.
Il metodo “fuoco a volontà” ti procura due problemi:
– non ti godi il momento, perché non fai altro che correre da una parte all’altra a far foto.
– quando torni a casa avrai migliaia di foto da selezionare e rielaborare in post-produzione.

– Impara a ad occhi chiusi le funzioni della tua fotocamera
Studia, esercitati, fai pratica, verifica, allenati.
Fai in modo che la fotocamera diventi parte della tua mano.

– Sorreggere la fotocamera nel modo corretto evita il mosso
Il modo corretto per reggere una fotocamera è quello di sostenere l’obiettivo mettendo la mano a coppa sotto di essa. Normalmente si usa la mano sinistra, mentre con la mano destra che afferra il corpo della fotocamera.
Questo sistema aiuta a prevenire le vibrazioni della fotocamera.
Non fare l’errore di impugnare la fotocamera con le mani su entrambi i lati del corpo della fotocamera, non c’è nulla che supporta l’obiettivo e si finisce con lo scattare foto mosse.
– Pazienza e perseveranza
Con il tempo, la pazienza e la perseveranza, migliorerai ogni foto che scatterai.
Sii persistente, non scoraggiarti se non vedrai alcun miglioramento in pochi giorni.
Nessuno può scattare splendide fotografie dall’oggi al domani.
Il cambiamento è sempre graduale.
Non demordere e presto inizierai a scattare foto fantastiche.

– Divertiti e impara dai tuoi errori
Prima impara le regole di composizione, poi divertiti a non seguirle
Esperimenta nuove inquadratura.
Divertiti a improvvisare innovative composizioni
Impara dai tuoi errori è la cosa più facile ed economica per migliorare le proprie foto.

– La post-produzione è uno strumento, non una stampella.
Se l’immagine è brutta prima del ritocco, sarà brutta anche dopo, indipendentemente da quanto la ritagli, se aggiungi contrasto o modifichi la saturazione.
Nessun programma di foto-ritocco renderà bella un’immagine sbagliata.

– Scatta molte foto
Il modo migliore per ottenere una foto nitida quando si pratica caccia fotografica, è quello di scattare moltissime foto al soggetto.
Così facendo aumenterai la probabilità di ottenere una bella foto, a fuoco, ferma e ben esposta.

– Non utilizzare la stessa scheda di memoria su altre fotocamere
Se hai usato una scheda di memoria su una fotocamera, non metterla in una fotocamera diversa per prendere altre foto. Le due fotocamere (anche se fatte dallo stesso produttore) possono avere requisiti di sistema o di architettura diversi.
Usando due diverse fotocamere, potresti alterare i dati sulla scheda e perdere i file.
– Crea una storia fotografica
Tieni presente che la prima e l’ultima immagine di una serie di foto sono le più importanti.
Sono chiamate “immagini obiettivo” ed hanno lo scopo di catturare l’attenzione di un osservatore.

– “Certe volte non scatto, se mi piace il momento, piace a me, a me soltanto, non amo avere la distrazione dell’obbiettivo, voglio solo restarci dentro”.
[Fonte: I sogni segreti di Walter Mitty]
Perché qualche volta non lo fai anche tu?
Sfrutta al massimo l’incredibile scena che hai davanti, abbassa la fotocamera, prenditi il ​​tempo necessario per goderti il ​​momento.

Conclusioni:
A parte tutta la tecnica e gli attrezzi, la parte migliore in assoluto della fotografia sono le persone che incontri, le amicizie fatte e l’esperienza acquisita.
Spero che tu abbia imparato alcuni nuovi trucchi e suggerimenti da questo lungo tutorial.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

1 commento

  1. Ciao buongiorno Alvaro grazie per i tuoi ottimi consigli fotografici per me sono come se fosse sempre la prima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *