Colore o Bianco&Nero?

“Il colore cattura lo sguardo…”
“Le immagini in bianco e nero sono l’unica scelta per trasmettere lo spirito artistico…”
“Una tonalità brillante che evidenzia il soggetto principale attirerà immediatamente lo spettatore…”
Ci sono opinioni diverse quando si tratta di fotografia naturalistica a colori o in bianco e nero.
Alcuni fotografi lo adorano, mentre altri pensano sia una visione superata e scattano solo a colori.
Fortunatamente viviamo nell’era digitale che consente ai fotografi di decidere anche dopo aver scattato la foto se l’immagine rende di più a colori o in bianco e nero.
Anche se non esiste una formula magica per determinare la scelta migliore, esistono delle linee guida per rendere più semplice la tua decisione.

Ecco i suggerimenti per stabilire se un’immagine sarà più attraente a colori o in bianco e nero.

1. Quanto è importante il colore per la foto?
Chiediti: “L’immagine si basa esclusivamente sul colore o ci sono altri aspetti interessanti che possono essere enfatizzati?”
Quando il colore è un elemento chiave della storia, la foto non può essere in bianco e nero.
Alcune immagini hanno bisogno del colore per essere efficaci e rappresentare con precisione un momento nel tempo  (pensa all’autunno).
Viceversa, se il colore non aggiunge nulla all’immagine,  trasformala in bianco e nero.
Come regola generale, i soggetti con tanti colori diversi, dovrebbero rimanere colorati perchè i toni di colore differenti non sempre si traducono in un elevato contrasto in bianco e nero.
Il verde e il rosso, ad esempio, sono abbastanza distinti in un’immagine a colori, ma convertiti in bianco e nero sembrano piuttosto simili.
Di contro, una scena dai colori tenui, pallidi, risulterà migliore se convertita in bianco e nero.
Linea guida: se il colore non “salta fuori” e non cattura immediatamente l’occhio dell’osservatore è il caso di trasformare la foto in bianco e nero.

2. Ci sono luci e ombre interessanti?
Se una scena o un soggetto presentano avvincenti contrasti fatti di luci e ombre marcate, potrebbe essere una grande opportunità per provare il bianco e nero.
Esempio tipico sono le immagini scattate quando il Sole è basso all’orizzonte o con luce laterale in cui si creano splendide trame.
Queste, sono le situazioni ideali per una foto in bianco e nero.
Molte volte il colore può effettivamente diventare un elemento di distrazione che distoglie l’attenzione degli spettatori dalla luce e / o dalle ombre interessanti.
Una fotografia in bianco e nero è un’immagine in cui è stato rimosso tutto il colore e sono rimaste solo le tonalità di grigio che generalmente vanno dal buio (nero) alla luce (bianco).
Viceversa, se i toni e le trame non ci sono, la foto risulterà noiosa, in questo caso è meglio lasciarla a colori.
Un semplice trucco: guarda la scena che desideri trasformare in bianco e nero attraverso degli occhiali da Sole di colore grigio scuro.
Le lenti aiuteranno a rimuovere il colore e faranno apparire lo sfondo e il soggetto principale in tonalità di grigio.

3. Il bianco e nero ritrae l’emozione giusta.
I colori sono stati a lungo associati a determinate emozioni: il giallo tende a sollevare gli spiriti, il verde è rilassante e il rosso ha legami con l’amore.
Ecco perché le immagini scattate nella “golden hour” sono così popolari: la tonalità arancione crea immediatamente emozioni calde.
Le foto colorate hanno anche un aspetto più giocoso e l’uso sapiente del colore può far emergere le emozioni dello spettatore.
Ma cosa succede se stai fotografando un soggetto verde e non vuoi ritrarre una sensazione di relax?
La conversione dell’immagine in bianco e nero è la soluzione ideale.
Le fotografie in bianco e nero ritraggono emozioni diverse rispetto a quelle colorate.
Con più contrasto e nessuna suggestione associata ai colori, il bianco e nero mette in risalto un’emozione più vera.
Il bianco e nero è una buona scelta quando il colore in una foto può creare distrazione dal messaggio che si desidera trasmettere con l’immagine.

4. Quando vuoi che lo spettatore si concentri un po’ di più.
Noi umani vediamo il mondo a colori e una rappresentazione del mondo in bianco e nero ci blocca e ci fa guardare con più attenzione l’immagine.
La fotografia in bianco e nero elimina la distrazione del colore.
Un’immagine in bianco e nero può essere un potente strumento per indurre lo spettatore a concentrarsi sull’atmosfera che trasmette la foto.
La ritrattistica preferisce il bianco e nero perché consente al pubblico di vedere il volto del personaggio e di leggere i suoi occhi senza distrazione.

Conclusioni
Le immagini in bianco e nero possono essere molto potenti, ma il colore si presta anche a scatti eccezionali.
Quale dovresti usare?
La scelta di utilizzare il colore o il bianco e nero  è soggettiva.
Indipendentemente dall’opzione che prenderai, assicurati di sapere perché l’hai scelta.
Fai un esperimento: prova a guardare le tue foto sia in bianco e nero, che a colori per avere un’idea di cosa funziona e cosa non funziona.

Il colore o la mancanza di colore in un’immagine contribuisce in modo sensibile al suo successo.
E io, come realizzo le mie foto?
Scatto sempre e solo a colori e, se necessario, converto in bianco e nero in post-produzione.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *