Vicino, più vicino!

Con i progressi della fotografia digitale, è facile scattare una foto tecnicamente valida.
Ma anche se la tecnologia ha reso più semplice la vita di un fotografo, ci vuole ancora molta pratica e tanto studio per realizzare un’immagine eccezionale.
I requisiti per realizzare per una bella fotografia non sono cambiati, anche se gli aspetti tecnici sono diventati molto più semplici.
La tecnologia ti consente di scattare una foto tecnicamente “perfetta” con il minimo sforzo, ma ci vuole creatività e fantasia perché passi da “bella” a “stupenda!”.
Il compito di ogni fotografo dovrebbe essere quello di trasmettere in un’immagine quello che lui ha visto di persona.
Una grande foto non si limita a mostrarti solo ciò che era davanti al fotografo, ma ti coinvolge e fa sentire la suggestione del momento.

Come trasmettere emozioni con una foto?
Ecco alcuni suggerimenti chiave che possono aiutarti a portare la tua fotografia a un livello qualitativo superiore.

Avvicinati
Ho scritto che le emozioni rendono le immagini grandiose.
Più ti avvicini, più catturerai l’emozione, …anche se stai fotografando un fiore.
Non importa quanto sei vicino, devi avvicinarti ancora un po’.
Puoi vedere l’emozione di un fiore se ti avvicini abbastanza.
Credimi!

Impara a vedere
In fotografia, è necessario avere “l’occhio del fotografo”, ossia riuscire a cogliere al volo le opportunità fotografiche che ti faranno realizzare una foto di successo.
Questa capacità non è sempre una dote naturale, ma è qualcosa che si può imparare e migliorare nel tempo.
Per esempio, prima di scattare una foto, pensa cosa stai inquadrando…cosa percepisci? …cosa vuoi che gli altri vedano nella tua foto? …puoi renderla più interessate?
Studia come la luce e le ombre interagiscono sul soggetto principale (ricorda che in fotografia la luce e le ombre sono sempre ingrandite).
La fotografia è un’arte, come la pittura o la scultura.
Proprio come in pittura, devi “vederlo” prima di crearlo.
Tutti hanno visto le immagini di un fiore e tutti sanno come è fatto.
Pertanto, trova qualcosa che normalmente non vedi: avvicinati molto e cerca un dettaglio curioso, fotografa il fiore dal basso verso l’alto, controsole, con qualche insetto fra il polline, ecc.
È in questi momenti che entra in scena la tua creatività e il “vedere” l’immagine finale nella tua mente prima di scattarla.
Non aver paura di sbagliare.
Se stai fotografando un soggetto conosciuto e del quale hai già altre foto, prova a riprenderlo in modo completamente nuovo, ad esempio: arrampicati su un albero o sdraiati per terra.
Se non funziona, non hai perso nulla.
Se invece è andata bene, potresti scoprire qualcosa che porterà la tua fotografia a un livello superiore.

Scatta sempre molte foto
Prendi spunto dai fotografi professionisti dei principali eventi sportivi.
In una singola partita, scattano centinaia o più foto.
Alla fine, se ottengono tre o quattro immagini eccellenti, sentono di aver avuto una buona giornata.
La foto di una parata impossibile o di un fallo non fischiato può fare la differenza!
Fai come loro, durante un’uscita di caccia fotografica, scatta tante foto.
Una volta a casa, ti accorgerai che avrai molte buone foto, ma sicuramente ce ne sarà una che si distingue.
Sarà quella che ti darà grandi soddisfazioni.
Consiglio: non fare troppe foto, ma non correre il rischio di prenderne troppe poche!
Attenzione però, non fotografare sempre dalla stessa angolazione o dallo stesso punto.
Prima di scattare una foto guarda il tuo soggetto, studialo.
Se puoi, giragli intorno, osservalo da tutti i lati.
Un’angolazione insolita può fare una grande differenza sul risultato finale
La foto di un fiore sarà migliore quando capirai davvero l’essenza di quel fiore.

Investire nell’attrezzatura giusta
Comprare l’ultimo modello di fotocamera non ti renderà automaticamente un fotografo migliore.
Ti aiuterà molto di più il fare tanta pratica, scattare molte foto da diverse angolazioni, studiare la luce e prendere tempo per cercare il lato migliore del tuo soggetto.
Migliora la tua attrezzatura solo quando sei sicuro di averne veramente bisogno.
Investi in libri e tempo, studiando i grandi fotografi e facendo tanta pratica invece di acquistare un nuovo accessorio.
Quando una foto ti “prende”, pensa a cosa ti piace.
Cosa rende unica questa immagine?
Pensa al punto di ripresa utilizzato, all’uso delle luci e guarda la distanza fra il fotografo ed il soggetto.
Proprio come in pittura, lo studio dei maestri della fotografia ti renderà migliore.
È vero che una nuova strumentazione non migliorerà le tue immagini, ma in ogni caso hai bisogno di una buona attrezzatura.
Una cosa è certa: quando si tratta di fotocamere e obiettivi, ottieni ciò per cui paghi.
L’obiettivo è più importante della fotocamera.
Spendi più soldi per una lente luminosa e di qualità e meno sulla fotocamera.
Per fare fotografia naturalistica hai bisogno di solo tre obiettivi (grandangolo, macro e tele), ma è meglio avere una lente di ottima qualità piuttosto che tre economiche.

Conclusioni
Prima di acquistare una nuova attrezzatura fotografica, scopri tutto ciò che c’è da sapere sulla tua fotocamera.
Studia attentamente il manuale dell’utente, prova e riprova a tavolino tutte le impostazioni.
Poi, inizia a sperimentare sul campo i diversi modi per utilizzare tali funzioni.
Conoscere i molteplici programmi della tua fotocamera, può aprirti nuovi mondi.
In ogni caso, ricorda che avvicinarsi molto al soggetto è il consiglio più importate che posso suggerirti.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *