Rituali di corteggiamento

La primavera è la stagione degli amori per la quasi totalità degli uccelli presenti alle nostre latitudini.
Per l’appassionato di caccia fotografica, le immagini di corteggiamento e accoppiamento sono tra le più ambite e difficili da catturare.
Alcuni comportamenti durano solo una frazione di secondo, quindi è importante sapere cosa cercare ed essere subito pronti a fotografarlo.

Gli uccelli mettono in atto diversi tipi di corteggiamento, normalmente eseguiti dal maschio della specie come mezzo per attirare la femmina.
Di solito, il maschio inizia la parata nuziale e la femmina sceglie se accoppiarsi o rifiutare il pretendente, in base alla sua “performance”.

Ci sono diversi rituali di corteggiamento e ogni specie utilizza un suo metodo.
Il corteggiamento può variare notevolmente tra le diverse specie.

Ecco quelli più comuni e facili da osservare alle nostre latitudini:

Cantare
Uno dei modi più comuni utilizzato dai Passeriformi per attirare la compagna è il canto.
La complessità e la varietà del gorgheggio mostreranno la maturità e la potenza di un maschio.
Il canto è anche territoriale e mette in guardia qualsiasi concorrente.
In genere è solo il maschio a cantare per conquistare la femmina dal posatoio sopra il territorio, ma anche dai cespugli o rami bassi ai confini della zona o molto vicini.
Il vocalizzo può aiutare il fotografo a localizzare le specie particolarmente criptiche, come i piccoli uccelli canori (es. Usignolo) ed i rapaci notturni (es. Allocco).

Gli uccelli sono creature abitudinarie e i posatoi da cui cantano sono rivisitati frequentemente.
Aspetta fino a quando l’uccello ritorna in un posto preferito può pagare dividendi.

Mettersi in mostra
I colori sgargianti del piumaggio e le esposizioni di specifiche penne o forme del corpo hanno il significato di mostrare alla femmina quanto sia forte e sano il maschio.
Uno su tutti, il Combattente maschio che cambia livrea in modo spettacolare.
Nelle esposizioni terrestri, i maschi usano diverse posture per ostentare i colori e le aree più vivaci del piumaggio, per esibire le iridescenze, le luminose barre alari ed i particolari motivi della testa e del corpo.
Le lunghe code sono completamente smazzate e scosse mentre il maschio gira intorno alla femmina.
I Pavoni sono una delle specie più note per questo genere di ostentazione, grazie alla straordinaria “ruota” dei maschi.
Altri uccelli possono usare sottili cambiamenti nella postura per conquistare la femmina, come: alzare una cresta (es: Upupa), curvare le spalle o allargare le ali (es. Oca selvatica).
Ricorda che la stagione dei corteggiamenti è di breve durata, prima che te ne accorga, l’estate sarà arrivata.

Danzare
I movimenti fisici come: immersione, sbattere le ali, infossamenti della testa, sfregamento dei becchi, movimento ripetuto del capo, fan tutti parte del rituale di corteggiamento.
In molte specie, il maschio li esegue da solo mentre la femmina lo osserva (es. Germano reale), in altri casi entrambi i partner interagiscono l’uno con l’altro (es. Svasso maggiore).
Proprio gli Svassi maggiori sono famosi per delle vere e proprie esibizioni teatrali che comportano complesse sequenze di movimento, un vero e proprio balletto acquatico sincronizzato.
Scattare quanto più in basso possibile sulla superficie dell’acqua ti aiuterà a catturare un’immagine più intima e accattivante.

Offerta di cibo
Donare cibo è un metodo di corteggiamento comune a molti uccelli.

Il maschio presenta un boccone alla femmina, dimostrando di essere in grado non solo di trovare il cibo ma anche di poterlo condividere e provvedere a lei mentre incuba le uova o si prende cura dei pulcini.
Per alcune specie, il maschio può portare del cibo e lasciarlo vicino a lei per mangiare (es. Sterna).
In altre specie, metterà un seme o una preda direttamente nella sua bocca del partner (es. Gruccione), proprio come farebbe per nutrire i nidiacei affamati.

Parate aeree
Alcuni rapaci diurni eseguono audaci prodezze di volo per impressionare le femmine.
Il maschio s’invola ed inizia una serie di evoluzioni e richiami, mentre la femmina rimane a terra e lo osserva (es. Falco di palude).
Se la parata è convincente, la femmina si unisce a lui in volo, dando vita a schemi aerei spesso spettacolari.
Entrambi gli uccelli volano insieme fino a raggiungere altitudini molto elevate creando una serie di cerchi nel cielo.
I due partner si scambiano il nutrimento, effettuano delle rotazioni su se stessi e delle giravolte e ogni sorta di acrobazie, spesso con gli artigli ben divaricati.
Imposta un tempo di posa veloce (>1/2000″) e una estesa profondità di campo (>f/8) per garantire che entrambi gli uccelli siano a fuoco e non mossi.

Conclusione
Per il fotografo della natura, assistere ai rituali di corteggiamento è sicuramente molto eccitante.
E’ molto importante però non disturbare gli animali per scattare una semplice foto.
Attirare e conquistare una femmina è un processo impegnativo e dispendioso in termini di energie e qualsiasi interruzione potrebbe danneggiare il legame di coppia.
Se l’accoppiamento viene interrotto, gli uccelli possono non portare a termine l’amplesso o scegliere partner meno adatti.
Ricordati di mantenere una distanza di sicurezza e di disturbare il meno possibile
In ogni caso, quando vedrai che una coppia di uccelli inizia una parata nuziale, non perdere l’occasione per documentare un momento di vita naturale e tieni pronto il dito sull’otturatore.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *