Tutorial: “Dal basso è meglio!”

Tutti i fotografi della natura, ricercano costantemente il miglioramento dei propri scatti.
Abbiamo già detto in altre occasioni che per realizzare delle belle foto naturalistiche occorrono competenze tecniche, conoscenze dei soggetti e degli habitat e una buona dose di creatività.
Queste capacità non si conquistano immediatamente, ci vuole tempo, perseveranza e pazienza.
Esiste però un’azione che puoi mettere in pratica fin da subito e che può fare la differenza sul risultato finale.
Quando fotografi gli uccelli posati, riprendili da un punto di vista “basso”.
In pratica: abbassati il più possibile in modo di essere all’altezza dei loro occhi.

In genere si tende a fotografare l’animale stando in piedi.
Cercare un punto di ripresa differente, ti farà scattare foto insolite.

Il cambio di prospettiva ha due effetti sull’immagine:

1. Non guardi più l’uccello dall’alto verso il basso, ma sei alla stessa sua altezza e questo, inconsciamente, fa sentire chi osserva la foto come parte del mondo animale.
2. Un’inquadratura bassa, la più orizzontale possibile, sposta lo sfondo molto più lontano dal soggetto.
L’effetto che ne deriva è la sfocatura del fondale.
In questo modo, il soggetto risulta isolato e nitido, contro uno sfondo sfumato.

In generale, in una ripresa dall’alto verso il basso (fotografando stando in piedi), lo sfondo dietro l’animale sarà l’acqua o la terra stessa.

Un fondale sfocato e uniforme ha in genere colori migliori, non distrae lo spettatore e valorizza il soggetto principale.
Guarda sempre il fondale prima di scattare una foto!

Le eventuali imperfezioni del panorama, possono essere eliminante spostandosi a destra o sinistra di pochi passi in modo da apportare piccole regolazioni angolari.
Più lo sfondo è lontano dal soggetto, più piccole sono le sistemazioni di posizionamento che devono essere fatte dal fotografo.

Va anche detto che più vicino sarai, più grande apparirà l’animale.
Più grande è il soggetto principale, meno importante diventa lo sfondo perché occuperà solo piccole porzioni di fotogramma.

Conclusioni
Lo sfondo sfocato è molto utile quando vogliamo mettere in risalto il soggetto principale delle nostra foto.
Il trucco per ottenere un fondale uniforme e sfocato è quello di utilizzare un diaframma aperto e fotografare da un’angolazione più bassa possibile, in modo da avere il fondale molto lontano dal soggetto.

Testo e foto di Alvaro Foglieni

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo su:

1 commento

  1. Bellissimo tutorial con informazioni e consigli preziosissimi.
    Ho verificato di persona, con svariati tentativi che fare degli scatti per riprendere degli animali dal basso alla loro altezza,si ottrngono foto con una qualita’ elevata e la foto cambia completamente aspetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *