GALASSIA NATURA
»
BOSCO





Il BOSCO è sicuramente uno degli habitat più ricchi di uccelli, grazie anche alla rilevante disponibilità di luoghi, dove nidificare e cibarsi.

Purtroppo la struttura stessa del bosco, rende particolarmente difficile osservare gli uccelli, ma grazie al fatto che i volatili comunicano con il canto, sarà molto più facile udire i loro “gorgheggi”.

Sia il bosco ceduo, che l’alta macchia mediterranea, offrono cibo abbondante in ogni stagione: semi, frutti ed insetti, http://www.galassianatura.it/BOSCO/bosco2.jpggarantiscono agli uccelli, una incredibile ricchezza alimentare.

Più i boschi sono ampi, più sono ricchi di essenze arboree differenti, più gli alberi sono vecchi e più aumenteranno le specie di uccelli che vi si potranno trovare.

Una volta avvistato l’uccello fra i rami degli alberi, tentate di avvicinarvi, camminando lentamente e a zig-zag.

Se la vostra presenza ha già spaventato l'uccello,  procedere più lentamente e fate molte soste.
Invece di camminare dal tallone alla punta, provare il contrario, mantenendo il vostro peso sul piede posteriore e abbassate prima la punta dell’altro piede.
Cercate di non avanzare se l'uccello vi guarda.

Il momento migliore per andare avanti è quando l'uccello sta guardando da un’altra parte o è occupato a fare qualcosa.
Non fate rumore.
Il rumore è difficile da controllare se si cammina fra i cespugli o se si deve calpestare le foglie morte.

In questi casi è meglio muoversi molto lentamente per diminuire il trambusto e verificare se l'animale è in allarme.
http://www.galassianatura.it/BOSCO/bosco3.jpgSe ti sta fissando ed ha smesso di fare ciò che stava facendo prima, significa che l'uccello è in allerta e potrebbe volare via in qualunque momento.
E' meglio non fissare l'uccello mentre vi avvicinate.
In genere, gli animali percepiscono il contatto visivo diretto come una minaccia e fuggono alla prima occasione.

L’otturatore della vostra fotocamera potrebbe spaventare l'uccello.
Pertanto, vi consiglio di continuare a scattare le foto all'uccello mentre vi avvicinate, in modo che si abitui al “clic”.
Gli uccelli giovanili sono in genere molto curiosi e si lasciano avvicinare più degli adulti.

Nel bosco, ogni uccello ha una nicchia ecologica ben definita.
In questo modo non c’è sovrapposizione e la convivenza è pacifica.

In un bosco, i passeriformi o piccoli uccelli canori, sono gli uccelli più numerosi, ma sono anche i soggetti fotografici più difficili.
Essi sono una fonte primaria di cibo per molti uccelli rapaci e per molti mammiferi carnivori.
Ciò significa che sono sempre in stato di allerta, nervosi e pronti ad involarsi al minimo movimento sospetto.
Inoltre, hanno dimensioni molto piccole e trascorrono la loro vita fra le cime degli alberi dove si nascondono fra le foglie.
Cacciano gli insetti ad un ritmo così frenetico che raramente rimangono fermi per più di uno o due secondi.

Il modo migliore per rilevare la presenza dei piccoli uccelli, è muovendosi lentamente e in silenzio ai margini del bosco, tenendo sempre il Sole alle spalle.
Osservate con attenzione le foglie e i rami che si muovono indipendentemente dal vento, perché potrebbero essere stati degli uccelli a spostarli.
Una volta individuato un uccello puntate la fotocamera e seguite i suoi movimenti fino a quando non è ben visibile.
Ci vuole pazienza, ma in genere, tutti i passeriformi quando escono allo scoperto, si fermano un attimo prima di volare.
E’ il momento ideale per premere il pulsante di scatto.
Nella maggior parte dei casi, sarete fortunati se riuscirete a scattare una sola foto, perchiò scattate un numero di foto 10 volte superiori a quante pensate di averne bisogno.

A volte però il suono dell'otturatore o la curiosità dell’uccello, lo faranno bloccare per una pausa un po’ più lunga.
In questi casi potrete dedicarvi alla composizione della foto,  cambiando l’esposizione o l’inquadratura.
Per questa ragione, l’inverno è la stagione ideale per praticare il birdwatching e scattare foto in un bosco, grazie alla mancanza di foglie sugli alberi.

E’ sempre meglio fotografare i passeriformi con la velocità di otturazione più elevata possibile.

Il meteo gioca un ruolo chiave nel successo di ogni fotografo.
Se il clima è caldo e asciutto, i volatili saranno fra le cime dei grandi alberi, una situazione impossibile per fotografarli.
Tempeste e venti forti possono essere una benedizione per il fotografo.
Forti venti in genere fanno scendere gli uccelli ai rami più bassi, ma il movimento di foglie e rami comporta spesso l'impossibilità di  avvistare gli animali.
Temporali notturni mettono a dura prova gli uccelli e alla mattina sarà più facile fotografarli, perché esausti ed affamati.
In condizioni di vento molto forte suggerisco di appostarsi sul lato sottovento di un bosco.
Gli uccelli tenderanno ad essere spinti dalle folate, nella nostra direzione.

Piuttosto che andare nel bosco sperando di avere fortuna, pensate a priori quali uccelli vi piacerebbe fotografare e dove si hanno più probabilità di trovarli.
Sapere dove trovare particolari specie potrebbe non essere abbastanza per fare belle foto.
È infatti necessario sapere quando sono più attivi, quali sono le loro abitudini alimentari e di riposo ed essere nel posto giusto nel momento giusto della giornata

La maggior parte degli uccelli non rimangono fermi che per pochi secondi.
Quindi non aspettate la posa perfetta,  ma scattate subito e scattate tante foto a raffica.
Delle tante foto fatte, una sarà sicuramente buona.

Molte immagini presenti nel sito, sono il risultato di passeggiate nei boschi della Pianura Padana.

E’ utile far notare che gli uccelli sono estremamente difficili da trovare e ancora più difficili da fotografare in una posa ideale.
Tutte le foto di uccelli che vedete nelle riviste, sono il risultato di molte ore di paziente attesa, ma sono anche il risultato di molta preparazione.


Quanto sono state utili le informazioni ricevute?
Lascia un tuo commento nel GuestBook, ci vuole meno di un minuto e per noi è molto importante.
Ci aiuterà a conoscere se avete trovato validi i consigli ed i suggerimenti, capire le vostre necessità e migliorare ancora di più il nostro sito.
Grazie!